“Pane in piazza” è stato dato il via alla kermesse benefica

0
731
pane in piazza

Milano, giovedì 25 aprile. E’ stato dato l’avvio ad uno degli eventi più importanti della Lombardia. Stiamo parlando di Pane in Piazza 2019, un evento benefico, clou, nel cuore di Milano organizzato da Famiglia Marinoni e Missioni Estere Cappuccini, onlus di Milano.

Il compito dell’associazione è dare tutto ciò che è rimasto invenduto ai bisognosi ed ai poveri della città

Già nella giornata di ieri è stato dato il via alla manifestazione, l’inizio è avvenuto alle 10.30 in piazza del Duomo ed ha partecipato anche il sindaco della città oltre che ovviamente i 150 panificatori provenienti da tutta Italia e lì rimarranno fino a giorno 4 maggio.

I panificatori daranno modo di farsi conoscere e presentare le loro specialità per raccogliere più fondi possibili destinati alla diocesi di Harar in Etiopia e costruire un grande panificio.

Il Cenacolo di pane

Nella prima giornata è stato mostrato il Cenacolo di pane. Una bellissima opera grande 1.40 metri (altezza) e 2 metri (lunghezza) realizzata dal panificatore originario di Napoli Pasquale Esposito con l’obiettivo di celebrare i 500 anni dalla morte di Leonardo.

Presente anche il pluripremiato barman italiano Angelo Carpentieri. Ha dato il via alle degustazioni di due apertivi particolari: “Fratello”, analcolico speziato con succo di carota, rosmarino e fiori profumati e “Sorella” leggermente alcolico a base di spumante, liquore Saint Germain al sambuco, barba dei frati, menta, succo di limone ed infine soda. In questo caso l’obiettivo era rendere omaggio a Notre Dame, la cattedrale francese reduce dai recenti tragici fatti.

Non possono poi mancare i dolci ed i salati tra cui troviamo il pane di Matera, pane duro tipo delle regioni del meridione, pane e olio, pizze napoletane e focacce liguri e una lunga lista di dolci.

Pane in piazza a Milano: Il primo forno per la panificazione ad Harar

Grazie all’organizzazione ed allo svolgimento di questo evento, lo scorso anno esattamente giorno 3 settembre 50 km da Harar, un grande container dentro il quale era contenuto tutto ciò che serve per avviare il primo forno per la panificazione.

Il forno è stato subito installato e poi inaugurato il 26 ottobre da Cesare Marinoni. Rifornisce tutti i più poveri del luogo di un buon quantitativo di pane. Tra tutti, gli ospiti dell’Istituto delle Suore di Madre Teresa di Calcutta (1.500 ospiti)  e 150 bambini orfani.