Bancomat esplosi per rubare il bottino: cinque arresti a Luisago e Solaro

0
709
bancomat esplosi a Solaro, 5 arresti
bancomat esplosi a Solaro, 5 arresti

Milano, continuano le esplosioni dei bancomat in tutta la zona del milanese e proprio in questi giorni le ultime si sono verificate in due comuni vicini, a poca distanza temporale l’una dall’altra.

I due comuni della Lombardia sono il comune di Luisago in provincia di Como e l’altro Solaro in provincia di Milano. I carabinieri sono riusciti ad arrestare i 5 che hanno commesso il reato proprio dopo aver messo a segno un colpo da ben 91 Mila euro.

Bancomat esplosi, i casi si sono moltiplicati

Quello dei furti di bancomat in Lombardia è un fenomeno in crescita soprattutto nell’ultimo periodo, a quanto pare i casi sono quasi triplicati dai mesi precedenti ad oggi e la situazione preoccupa parecchio non soltanto le banche ma anche gli abitanti delle zone dei dintorni che hanno paura di trovarsi coinvolti.

Bancomat esplosi, ecco come i malviventi erano organizzati

Le tecniche utilizzate sono sempre le stesse, viene saturato lo sportello con il gas acetilene oppure con la marmotta. Poi con un parallelepipedo in ferro che viene riempito di polvere pirica e che ha la forma di una spada vengono aperti gli sportelli del bancomat.

In questo modo i malfattori provocano l’esplosione a distanza facendo saltare del tutto la cassa con i contanti.

I rapinatori coinvolti nel fatto sono 5, si tratta di un operaio di 26 anni, un barista di 41 anni, un investigatore privato di 48 anni, un titolare di ferramenta di 51 ed infine un uomo disoccupato di 49 anni.

I cinque sono stati arrestati dopo il colpo e ora sono in corso delle indagini per accertarsi dei casi in cui sono coinvolti in tutto il territorio del Nord Italia.

Oltre che essere una banda ben organizzata i 5 sono amici e si divertono da anni a commettere questo genere di reati. Sono stati proprio loro a raccontare al nucleo investigativ di Milano, come si sono svolti i fatti.

Sono molto affiatati ed inoltre tutti provenienti da Bologna e con alle spalle precedenti ben specifici. Molti colpi anche di diversa tipologia sono stati commessi in gruppo con tanta adrenalina legata al bottino.

Adesso però sono arrivati al termine dei giochi in attesa di decisioni in merito.