Quartiere Bovisa Milano: curiosità, storia, sapere e trasporti

0
441
Bovisa Milano
Bovisa Milano

La presenza del Politecnico e dell’Istituto di ricerca farmaceutica Mario Negri hanno ridato slancio alla Bovisa. Il quartiere milanese, situato presso la zona nord, ha nuovamente ripreso a brillare, dopo aver occupato un ruolo di primo piano nelle vicende cittadine per secoli. 

Il nome deriva da una cascina d’antica data, la Cascina Bovisa, dei Corpi di Santi di Porta Comasina. Attorno si creò nel tempo una borgata agricola poi assorbita dal capoluogo lombardo nel 1873. 

 

Quartiere Bovisa, Milano Films: la risposta agli studi cinematografici di Roma e Torino.

La Bovisa ha un legame speciale con il mondo del grande schermo. A cinque anni di distanza dalla creazione dei primi studi cinematografici italiani a Roma (la Cines) ed a Torino (la Ambrosio), arrivò la risposta del Comune. 

Su un terreno di circa 1 ettaro sorse la Milano Films; che rimase in attività da compagnia produttrice fino al 1926 e impresa fino alla metà degli anni Trenta. I teatri di posa vennero pure sfruttati da altre aziende di settore, tra cui la Armenia, la Silentium e la Vay. Da alcuni anni l’area accoglie gli studi tv e gli uffici dell’emittente locale Telelombardia. 

 

Lo splendore perduto

Anche l’industria visse un periodo di forte splendore. Ad esempio, nel 1882 fu aperto lo stabilimento Candiani per la produzione di acido solforico. Purtroppo lo smantellamento di numerose industrie provocò gravi conseguenze a livello occupazionale. 

Il progressivo degrado è finito recentemente, grazie al proliferare di cantieri a scopo residenziale. Inoltre, sono stati attivati progetti di recupero di alcuni impianti dismessi. L’imponente centrale di produzione e stoccaggio gas cittadino, ormai in demolizione, ha conservato i suoi gasometri come esempio di archeologia industriale. È invece ancora in funzione la fabbrica della Fernet Branca, rinomato amaro lanciato con successo da Fratelli Branca Distillerie nel 1845. 

 

Sede del Politecnico di Milano: i corsi di eccellenza in Ingegneria

Tra le attività più rappresentative della Bovisa, non bisogna però dimenticare la componente accademica. Il prestigioso Politecnico di Milano ha infatti qui una delle sue sedi. L’università è ripartita in due poli: ad ovest quello per la Facoltà di Ingegneria, ad est quello del Design (ricavato nel complesso della ex Ceretti e Tanfani). 

Attualmente il dipartimento di Ingegneria annovera dei corsi di eccellenza nella Ingegneria Industriale e dell’Informazione. Più esattamente: 

  • Ingegneria aerospaziale;
  • Ingegneria elettrica;
  • Ingegneria energetica;
  • Ingegneria gestionale;
  • Ingegneria meccanica. 

 

Come detto, la Bovisa sta godendo di un processo di ridefinizione e rivalorizzazione. Per l’area della “goccia”, compresa fra le stazioni ferroviarie di Villapizzone e Bovisa, l’amministrazione comunale ha in cantiere un nuovo Parco Scientifico Tecnologico. Incentrato sulla ricerca e l’innovazione, prevedrà centri e laboratori sulla mobilità sostenibile e l’energia, insieme a supermercati e residenze private. 

EuroMilano Spa, società di progettazione e sviluppo immobiliare partecipata da banca Intesa, Esselunga e Legacoop, si trova a capo dell’ambizioso piano di riqualificazione urbana della Nuova Bovisa. I primi risultati sono presto arrivati:

 

  • la nuova sede Mediapason, il gruppo editoriale che comprende le emittenti regionali di Antenna3, Canale 6 e Telelombardia;
  • l’ampliamento del Politecnico di Milano;
  • l’espansione della Triennale Bovisa (sebbene ora inutilizzata).

 

Bovisa: il servizio di trasporto pubblico

La Bovisa, appartenente al Municipio 9, è fisicamente delimitata dai binari della ferrovia di gronda nord, che cinge il quartiere per buona parte della sua estensione. Riguardo ai trasporti, il tracciato delle Ferrovienord suddivide il quartiere. 

La ferrovia non è percorribile in auto, ma esclusivamente per via pedonale, mediante le scale di accesso. Ciò ha permesso che le due aree evolvessero in maniera indipendente. Alla congiunzione tra la ferrovia Milano-Asso/Saronno e il passante ferroviario, la stazione, amministrata dal Gruppo FNM, è attraversata da: treni suburbani; treni regionali (direzione Asso, Como, Laveno-Mombello, Malpensa Express, Novara e Varese). Tutti eserciti Trenord. 

La stazione di Villapizzone, realizzata nel 1998 in sostituzione di Milano Bovisa (FS), serve inoltre l’area della Goccia. In essa transitano i treni regionali per Cremona e Bergamo (entrambi via Treviglio) attestati presso la stazione di Milano Porta Garibaldi. 

Prestano infine servizio le linee di autobus, tram e filobus, gestite da ATM, che collegano la Bovisa al centro città, ai quartieri limitrofi e a tutti gli altri siti lungo la circonvallazione. A proposito, quella esterna (della 90/91) lambisce il versante meridionale.