Milano: atterraggio d’emergenza a causa di uccelli

0
73
atterraggio d’emergenza

A volte gli uccelli possono essere un problema, come quelli che proprio ieri, 1 ottobre 2018 hanno provocato un atterraggio d’emergenza a Malpensa. Per fortuna il fatto non ha riportato feriti o gravi conseguenze, bensì si è risolto in totale sicurezza.

Milano: i dettagli dell’accaduto

È accaduto ieri, Martedì 1 ottobre 2019, all’aeroporto di Malpensa. Si è trattato di un atterraggio di emergenza di un Boeing un 737 cargo della compagnia Asl Airlines Frane. Il problema di questo aeromobile è stato il fatto di aver riscontrato uccelli nel motore. A quanto pare, i volatili sarebbero entrati nel vano proprio poco dopo che l’aereo si era alzato in volo, intorno alle 10.50 della mattina. Per essere precisi, il mezzo di trasporto ha avuto giusto il tempo per sorvolare alcune città, tra cui Novara, e attendere che arrivasse la risposta affermativa per l’atterraggio di emergenza.

L’aeromobile dal numero Abr1539 era partito da Milano ed era diretto ad Hannover, quando il capitano si è subito reso conto del problema. La sua velocità d’azione e la sua prontezza hanno permesso di atterrare in modo sicuro e senza problemi, sulla pista vicina a Trecate.

Milano: un birdstriking

Quello che è successo ieri a Milano si chiama “birdstriking” e il termine indica un impatto tra i volatili e un mezzo di trasporto aereo. La parola indica sia la possibilità, da parte degli uccelli, di essere risucchiati dalle eliche dei motori, sia la possibilità che si verifichi un vero e proprio impatto tra i volatili e le ali dell’aereo o le parti restanti. Questo non è il primo episodio del genere, e negli anni passati si sono verificati anche incidenti gravi. Per fortuna, questo invece si è risolto nel migliore dei modi, e tutti i passeggeri non hanno minimamente riscontrato ferite, grazie anche alla bravura del comandante.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui