Rainbow Six Pro Leauge in palio 275.000 dollari per la finale

0
973
Rainbow Six Pro League

Rainbow Six Pro League, ecco cosa fare a Milano durante questo week-end. La finalissima della nona stagione della Tom Clancy’s Rainbow Six Pro League si avvicina sempre di più. Per chi non sapesse di cosa si tratta è il torneo mondiale dedicato a Rainbow Six Siege. In tutto il mondo gli appassionati del gioco sono tantissimi, ed infatti il torneo vede adesso la partecipazione di squadre del globo. Queste squadre si aggiudicheranno un montepremi davvero molto ricco di ben 275.000 dollari.

Rainbow Six Pro League ospitata in Italia per la prima volta

Quest’anno però in prima linea di sarà l’Italia ovviamente, non poteva essere diversamente dato che la finale del gioco è stata organizzata proprio a Milano e si svolgerà durante questo weekend. Quale location è stata scelta? Il Palazzo di Ghiaccio. Proprio al suo interno verranno divise le 8 squadre che si faranno battaglia per arrivare poi ad avere una sola vincitrice.

Quali sono le squadre che si sfideranno in un bel testa a testa? Sono arrivati alla fase più importante i nordamericani Evil Geniuses e DarkZero, i sudamericani Immortals e FaZe Clan, gli europei LeStream e Team Empire, gli asiatici PET Nora-Rengo e i Fnatic che rappresenteranno l’Oceania.

I giorni stabiliti invece saranno il 18 e 19 maggio e coloro che sono appassionati del gioco o comunque interessati potranno seguire il tutto da qualunque parte del mondo. Le partite verranno trasmesse in diretta streaming su tutta la superficie del globo e usufruiranno dei commenti in 14 lingue.

Sold out in soli 3 giorni

Questa è la prima volta che l’Italia ospita un torneo esport che ha già dato ampia dimostrazione di essere uno dei più seguiti ed importanti del mondo. Dopo aver girato le principali metropoli di tutto il mondo, il game si svolgerà proprio in territorio italiano.

Non per niente è stato già registrato il sold out per i biglietti perchè a quanto pare si potrà assistere anche dal vivo. I biglietti sono tra l’altro andati a ruba in soli 3 giorni e questa è stata una gran bella dimostrazione. Secondo quanto accaduto infatti si può affermare che gli esport stanno cominciando a guadagnare importanza anche in Italia che fino ad ora è stata terra di confine.