Blitz anti-abusivi al mercatino delle pulci

0
78
Blitz anti-abusivi

Blitz anti-abusivi effettuato nella prima mattinata di ieri, quando le forze dell’ordine hanno avviato dei controlli durati fino al pomeriggio. I controlli si sono svolti al mercatino delle pulci di viale Puglie e nelle vie limitrofe, a Milano.

Il blitz anti-abusivi è stato svolto da più di 50 agenti tra uomini e donne della polizia locale e guardia di finanza. Ad occuparsi del tutto sono stati la Polizia di Stato e i carabinieri, che prestano supporto per le esigenze di ordine pubblico.

Blitz anti-abusivi, sequestri e multe

Qual era l’obiettivo? Abbattere il commercio abusivo e illegale, verificando il rispetto e l’osservanza delle regole fiscali oltre che di quelle igienico sanitarie. Il risultato del blitz anti-abusivi è stato: 17 sequestri di strumenti di cantieri edili, 29 bici (tra queste anche 3 elettriche di ingente valore) ed infine dei cellulari.

Sono stati posti sotto sequestro anche tre banchi che si occupavano della vendita di articoli nuovi. Tra questi, vestiti che non sono ammessi alla vendita presso il mercatino delle pulci e merce contraffatta. Al termine dei blitz sono state denunciate tre persone per ricettazione, multate per un totale di 15.500 euro.

La lotta della Prefettura e del Comune contro l’abusivismo

Quella contro l’abusivismo commerciale è una lotta senza fine contrastata con qualunque mezzo dalle forze dell’ordine da anni. Purtroppo però per ricevere segnali migliori bisognerebbe incrementare i controlli in modo da sradicare il fenomeno più in fretta possibile e far rispettare la Legge.

In questo caso l’intervento si è svolto con la collaborazione della Guardia di Finanza, le altre forze dell’ordine e la Prefettura. Questa strategia è stata adottata dall’amministrazione comunale che sta cercando di risolvere in qualche modo il degrado e i problemi che riguardano quell’area ormai da anni.

Con lo smantellamento ordinato durante i vari blitz anti-abusivi, è stato posto un primo tassello, molto importante che permetterà nel tempo di contrastare una illegalità diffusa che non è tollerabile. Nella speranza che questo metodo venga attivato anche in tutti gli altri comuni di Italia si pensa che la situazione possa giungere a cambiamento entro breve.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui