Razzismo: insulti nei confronti di un ragazzo etiope

0
28
Razzismo

Razzismo, è bastato un semplice torneo di basket tra ragazzi della scuola media a Milano, per evidenziare la grave situazione tra i più giovani. Doveva essere un normalissimo sabato pomeriggio di sport e di divertimento, ma è successo qualcosa che ha inquietato parecchio i presenti a partire dai genitori.

In campo un solo ragazzo di colore, contro di lui cori e urla ricche di razzismo. La frase a lui riferita è stata: “Negro di m..”. Nonostante l’accaduto si è continuato a giocare, dopo aver vinto la squadra ha ritirato nella serenità il premio in sua presenza come se niente fosse.

Razzismo, la reazione del ragazzino

Una volta tornato a casa il ragazzo ha raccontato l’episodio alla madre Rita. La signora Rita a quel punto ha deciso di scrivere un post di denuncia su Facebook. Ha chiamato in causa la squadra avversaria ringraziando i genitori per quegli insulti. L’intolleranza ed il razzismo stanno sfiorando livelli eclatanti e purtroppo la situazione è sempre più preoccupante.

La signora ha voluto raccontare un pò della vita del ragazzo adottato da piccolissimo, non ha mai avuto problemi di razzismo, non è mai stato messo in disparte. Eppure è sempre stato tra i bambini, tra i ragazzi e per fortuna nessuno gli ha mai fatto del male. Lui è il primo a scherzare sul colore della sua pelle ma le frasi offensive che gli vengono dedicate gli fanno parecchio male.

La denuncia social della mamma

La mamma ha sempre cercato di smorzare e fare finta di nulla, in realtà la confusione ed il panico non sono stati da meno per lei, così come la sofferenza e la preoccupazione. Ecco perchè ha chiamato subito l’allenatore che ha confermato l’accaduto.

Le sono state fatte una serie di promesse in modo che l’accaduto non passi inosservato, bisogna combattere non si può fare finta di niente. Ciò che preoccupa particolarmente è che il calcio è sempre stato degli ambienti più sani, dove lo sport ha prevalso su tutto il resto. Se il razzismo è arrivato anche lì, il male è sempre più vicino.

La denuncia della signora non è diretta alla società o al presidente che ad ogni modo si sono subito scusati per l’accaduto che addolora un pò tutti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui