vetri di casa

Trucchi e segreti per far splendere i vetri di casa

Quando si tratta di pulire la casa, a molti piace prendere un approccio il più naturale possibile. Nel nostro mondo ideale, il processo di creazione dei prodotti per la pulizia è un processo naturale e semplice, simile al preparare qualcosa per il pranzo piuttosto che inventare qualcosa per ripulire la sporcizia dalle finestre. Serve qualche idea? Seguiteci e scoprirete come pulire i vetri in modo naturale!

Vetri di casa? La miscela segreta!

 

Probabilmente sarai già a conoscenza della miscela di acqua e aceto per creare un detergente atto a pulire i vetri. Ma quello che non sai, è che a tale miscela occorre aggiungere un ingrediente segreto: un cucchiaio di amido di mais. Aggiungilo a una miscela di parti uguali di acqua e aceto per produrre il risultato lucido e senza strisce che è l’obiettivo di tutti quando si tratta di pulire i vetri.

Ecco di cosa avrai bisogno:

materiali:

  • 1 bottiglia
  • 1 misurino liquido
  • 1 piccolo setaccio; un setaccio a maglie in acciaio inossidabile
  • 1 piccola frusta
  • 1/2 limone, spremuto
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • 1/2 tazza di aceto bianco
  • 1/2 bicchiere d’acqua
  • Giornale accartocciato

Per creare il detergente per vetri, inizia spremendo mezzo limone in un misurino liquido. Utilizza un setaccio per trattenere i semi e la polpa del limone. Poiché il limone è naturalmente acido e eccellente nell’eliminare il grasso e la sporcizia, a volte viene usato con successo per pulire il vetro da solo. Aggiungilo alla soluzione come un modo per rinfrescare e profumare.

Successivamente, aggiungi mezza tazza di aceto bianco e un cucchiaio di amido di mais. Usa una piccola frusta per combinare l’amido di mais con l’aceto. Il risultato è una sostanza lattiginosa con una capacità seducente di far brillare le finestre.

 

Pulizia dei vetri di casa: il momento di passare in azione

 

Dopo aver accuratamente mescolato l’amido di mais, l’aceto e il succo di limone, aggiungilo alla bottiglia vuota di aceto e versalo in un’altra tazza di acqua di rubinetto. Riutilizzare un vecchio contenitore di plastica è un’altra soluzione lodevole.  Per pulire le finestre, accartoccia un po’ di giornali. Gli inchiostri a base di soia non si disperdono sulla finestra (anche se potrebbe essere necessario lavarsi le mani in seguito), e il giornale non lascia residui di fibre come un tovagliolo di carta o uno straccio di cotone. Dopo aver dato alla bottiglia un ultimo scuotimento per accertarti che l’amido di mais sia ben miscelato, spruzza l’intera superficie della finestra e con movimenti circolari pulisci il tutto.

Fonte: www.pulizie-milano.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *