rivestimento-camino-in-cartongesso

Rivestire un camino in cartongesso: in che modo procedere?

Il cartongesso, materiale prodotto con gesso di cava racchiuso tra due fogli di robusto cartone, è attualmente uno dei prodotti più utilizzati nel campo dell’edilizia. La sua struttura morfologica presenta tre vantaggi assolutamente non trascurabili: è ignifugo (resistente al fuoco), non si deforma e la sua superficie perfettamente levigata, si presta benissimo alle finiture di lusso. Attraverso questo materiale è possibile rivestire pareti e tramezzi, ma può rivelarsi molto utile anche per quanto riguarda opere di finitura. A questo proposito vediamo dunque come procedere per rivestire un camino in cartongesso.

 

Come rivestire un camino in cartongesso

Realizzare un rivestimento camino cartongesso è un modo semplice ed economico per rinnovare l’aspetto di un vecchio caminetto e renderlo più moderno. La maggior parte dei camini prefabbricati presenti in commercio hanno una copertura in cartongesso, poiché questo può essere lavorato facilmente per ottenere linee e forme originali e particolari. Prima di procedere al rivestimento del camino bisogna accertarsi di avere tutti i materiali utili allo scopo.

L’occorrente per questo progetto è rappresentato da:

  • lastre di cartongesso da un centimetro di spessore;
  • supporti metallici ai quali avvitare i pannelli;
  • taglierino e seghetto per ritagliare le lastre;
  • lana di roccia o di vetro per l’isolamento;
  • stucco;
  • pittura o rivestimento di finitura.

 

Un primo passo fondamentale è l’isolamento termico del camino: per farlo,occorre interporre un quantitativo sufficiente di materiale termoisolante tra la lastra in cartongesso e la struttura prefabbricata del caminetto. Nella maggior parte dei casi viene utilizzata per questo scopo la lana di roccia, anche se in tempi recenti vengono adottati dei materiali sintetici altamente isolati. In questo modo verrà evitata la formazione crepe pericolose, che potrebbero causare dagli sbalzi termici dovuti al calore prodotto.  E’ consigliabile realizzare un’idea di progetto su carta, in modo da valutare le dimensioni e lo stile della struttura che si vuole realizzare.

Fatto ciò è necessario procedere con la preparazione dei supporti metallici a cui andranno avvitati i pannelli di cartongesso. Successivamente si procede al taglio delle lastre per adattarle al progetto stabilito e vanno avvitate sulla struttura, non prima di aver riempito lo spazio con il materiale di isolamento scelto. Quando tutte le lastre sono state montate è possibile procedere con la stuccatura delle giunzioni e la successiva rifinitura. Infine come ultima operazione, per rifinire al meglio la parete realizzata per il camino bisogna scegliere in che modo realizzare la cornice e la copertura finale. In tal senso è possibile scegliere tra varie alternative, ma in qualsiasi caso occorre scegliere dei materiali che beni si armonizzino allo stile dell’abitazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *