verniciare-termosifoni

Come verniciare i termosifoni di casa

Prima dell’arrivo della stagione invernale è utile eseguire alcuni lavori che si rivelano necessari magari dopo aver eseguito la tinteggiatura delle pareti di casa e di conseguenza verniciato i termosifoni. Tra questi va menzionata la verniciatura dei termosifoni, magari per dare un nuovo volto ai radiatori della nostra abitazione. Se non si è abili col fai da te, è consigliabile rivolgersi ad un bravo imbianchino Milano che sa bene come compiere questa operazione a regola d’arte. Vediamo dunque quali sono tutti i passaggi da seguire per la verniciatura dei radiatori.

 

Primo step

Valutare se smontare o meno il termosifone

Nel caso in cui fosse necessario, bisogna chiudere i rubinetti, superiore e inferiore, e svuotare l’acqua presente nel termosifone. In presenza invece di riscaldamento centralizzato sarà necessario avvertire l’amministratore di condominio per lo svuotamento dell’impianto prima di smontarlo.

 

Secondo step

Proteggere le superfici

A seconda del materiale con cui è realizzato il termosifone, che potrà essere più comunemente ghisa o alluminio, si dovranno effettuare trattamenti diversi e procurarsi vernici apposite. E’ fondamentale proteggere le superfici attorno al termosifone per evitare di macchiarle, quindi è necessario rivestire sia le pareti che il pavimento con della carta di giornale.

 

Terzo step

Controllare lo stato della vernice del termosifone

Nel caso in cui la vernice non fosse eccessivamente usurata è possibile semplicemente effettuare un lavaggio o con acqua e ammoniaca o con acqua e aria compressa per rimuovere sporco e grasso e successivamente, effettuare una lieve carteggiatura su tutta la superficie in modo che la vernice possa aderire meglio. Invece, in presenza di vernice arrugginita, sarà necessario riportare la verniciatura allo stato grezzo attraverso una spazzola metallica e in un secondo momento, applicare uno smalto antiruggine.

 

Quarto step

Verniciare il termosifone

Dopo aver eseguito le fasi precedenti è possibile procedere con la verniciatura. Questa operazione va eseguita con l’ausilio di un pennello oppure di bombolette spray. Nel primo caso bisognerà utilizzare un paio di pennelli: uno piatto per le superfici ed uno più arrotondato e con il manico lungo per gli interstizi del radiatore, oppure in alternativa è possibile adoperare un rullino con manico lungo. Quando si dipinge un calorifero bisogna prestare attenzione affinché la vernice non coli, per evitare che compaiano quelle fastidiose macchie di vernice visibili sul termosifone. Una volta completata l’operazione è necessario fare asciugare i caloriferi dalle 4 alle 5 ore, per poi procedere con la seconda mano di vernice. Nel caso in cui fosse necessario, si dovrà procedere con la carteggiatura ancor prima di passare il secondo strato di vernice.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *